Apriti cielo! e aprirsi fiore: / ora mi spreco! post su mio padre.

   

E tu che ti rivolti nella tomba, che in questa foto sembri persino simpatico ed eravamo con te su una spiaggia ligure d’inverno; tu che durante la mia giovinezza coltivasti un forte desiderio che non si avverò, di trascorrere il capodanno del nuovo millennio in Cina; tu che mai né vivo né morto mi desti un soldo, – la “legittima” era scomparsa all’estero prima di te -, tu sei dove sei e se mi senti, sappi che sono in pace con tutti.

Del tuo patrimonio genetico uso ancora i miei denti (tutto il resto del corpo presi da parte materna).

Se mio fratello Giuliano o sua madre leggessero qui, mi farebbe piacere, e avere un loro saluto.

    Ciao papà, ora sono nonna da più di un anno e sono felice.

(ph from) ph Paul Lovens,  Luciano Adezati

*

SILVIA BRE – Cinque poesie inedite (2020)

DISGRAFIE - blog di poesia a cura di Antonio Bux

Oggi, diciannove marzo, cade il compleanno di Silvia Bre, poetessa e donna straordinaria. Ed è lei a fare al mio blog questo graditissimo regalo, in questo giorno così speciale: un estratto dal suo ultimissimo lavoro inedito, ancora in fieri. Grazie a Silvia per i suoi versi, sempre luminosi e alti, e grazie ai visitatori del blog per il passaggio.
 
 
Antonio Bux
 
 
cinque inediti di Silvia Bre
 
 
***
 
Anche ora s’incrina una fessura
tutto il cosmo che passa è
metallo fuso, un ritratto tanto uguale a qualcosa
che mi esalta, creare un gorgo e poi esserne inclusa.
Ma vale
questa pena di girare
l’ingombro di me stessa, il consumarsi
del sasso che si saluta a ogni urto dell’acqua
e da fermo congiura con la fine.
Così esclamava un’aquila là in alto
proclamava le montagne
urlava il cielo, tutto il corpo terreno che si alza.

View original post 292 altre parole

Lucetta Frisa, Cronache di estinzioni (doppia nota di lettura)

Poetarum Silva

Lucetta Frisa, Cronache di estinzioni
Prefazione di Elio Grasso. Postfazione di Mauro Macario
puntoacapo Editrice 2020

Nota di lettura di Annamaria Ferramosca
L’Achtung dell’oggi in poesia

È, quest’ultimo libro di poesia di Lucetta Frisa, un libro insolito e in allarme, di lancinante necessità, se oggi più che mai si avverte l’urgenza, anche attraverso la poesia, di una sveglia planetaria. E fossero pure profetici versi da Cassandra, li percepiamo come ineludibili. Così l’autrice abbandona in queste pagine la sua ben nota personalissima vena, quel suo farsi ponte chiaro tra visibile e invisibile, evidente nelle sue raccolte, come – citandone tra tante solo due, Ritorno alla spiaggia e L’emozione dell’aria, – o quel basculare tra sguardo sul quotidiano e incessante ricerca di assoluto che attraversa tutta la sua opera (come dalla lettura dell’antologia di percorso Nell’intimo del mondo 1970-2014), per compiere un inatteso giro di boa, che sente urgentissimo.

View original post 2.106 altre parole

SPECIALE GUIDO MORSELLI n.24: “Guido Morselli, lo scrittore che aveva previsto tutto”. «Wired.it»

RETROGUARDIA 2.0- Il testo letterario

[RASSEGNA STAMPA SU GUIDO MORSELLI, a cura di Francesco Sasso]

_____________________________

Nei giorni di chiusura totale, c’è un autore da riscoprire per capire l’inimmaginabile presente: Guido Morselli, con i suoi romanzi distopici di umanità compromessa, tra sesta estinzione e ideologie in crisi. Scritti oltre 50 anni fa.

di Alessandro Raveggi

I molti giorni già passati di quarantena ci permettono di guardare le cose da una certa distanza. Sono così emerse alcune delle ragioni per le quali stiamo vivendo l’attuale epidemia del coronavirus, e perché così violentemente in alcune zone del Nord Italia. Sicuramente ci sono fattori antropici (la globale ed eccessiva interazione tra uomini e animali, spesso selvaggi, già spiegata da David Quammen in Spillover) ed ambientali (in particolare l’inquinamento atmosferico, forte nella Pianura padana) mentre altri ancora imputano la diffusione del virus in Italia alla mancanza del rispetto delle regole, ma nessuno ha la certezza di nulla, al momento.

Andando a…

View original post 226 altre parole

ANTONIO BUX – 5 poesie da “Terza persona interiore” (Edizioni Transeuropa, 2019)

ANTONIO BUX – 5 poesie da “Terza persona interiore” (Edizioni Transeuropa, 2019)

Nika Turbina, “Sono pesi queste mie poesie”

lacrima.png

 

 

Nika Turbina, “Sono pesi queste mie poesie”

a.c. di c.a. pdf in dono

 

 

Norbert Hummelt verrà al ns. Sud invitato da Luciana De Palma per la sua prima lettura pubblica in Italia, e prossima. Qui un assaggino, spero gradito, delle sue molte pubblicazioni. TroveRete.

 

NORBERT HUMMELT a.c. di chiara adezati

 

 

 

 

*

e se ne vanno

almerighi

illogico, va e viene,
mentre sognava, si è visto
sognare dentro uno spicchio di mela;
il destino corre verde
i cavi della centrale elettrica
durante ogni vita
straordinariamente piatta

per verità o difetto
è accaduto,
inconsapevole di vuoti d’aria
più o meno frequenti;
nessuno sa raccontare l’attimo preciso
in cui sente mancare
la terra sotto i piedi

i geni accorti
fabbricano risposte, assegnano colpe,
si perdono dentro occhi
mai avuti,
ma raccontano di avere posseduto:
il loro quarto d’ora termina
e se ne vanno

View original post

la casa tra i binari

scrivere per immagini

 

 

Caterina sognava di partire.
Io non l’ho conosciuta ma ne parlo
come se avessi visto la sua vita
quando prendeva il treno che restava
ma muoveva le ciglia
ed io vedevo l’oro e campi gialli
e l’aria che sentiva
vuota di cose e densa di calore
gli uccelli che calavano dal sole
il falco in alto
mosso dal suo vento
e muoveva i capelli Caterina
che non aveva un fazzoletto in testa
raccolta dietro un finestrino chiuso
e il paese
quando scendeva senza andare via
e case grigie viottoli di sassi
passi
le strade che saliva
e scendeva la madre
e le parole i nomi
Caterina odorava di qualcosa
che non conosco e i fiori sul balcone
dentro vasi di latta e paglia a terra
forse sentivo il peso della terra
quando lei ritornava sul sedile
da cui non s’era mossa e non guardava
oltre di là distante…

View original post 34 altre parole

Elegie duinesi, Insel Verlag

 

 

 

 

RMRDuineserElegienBilderVersionechad

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*

R. M. RILKE,

Duineser Elegien, Versione originale tedesca come da Insel Verlag.

Elegie duinesi, Versione di Chiara Adezati condotta dalla stessa.

ORA C’E’.

E’ la prima volta, qui in Italia, che in libro o in Rete compare tale e quale. 

C’è molto lavoro, per passione e gratuito, dietro; bozza corretta con tanta pazienza da persone che cercano il meglio di sé. Vale la pena dirlo.

Invito chi legge a condividere sui social o a voce o dove vuole, e ringrazio chi c’è e chi non c’è.

Namastè ai naviganti e grazie ai gratuiti, doni e gesti.

TroveRete in cima a questo post il link.

 

 

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: